lunedì 16 gennaio 2012

Festina Il Terzo Incomodo

In partenza questa settimana il nuovo format per inviti a cena in casa Festina Lente.

Titolo
Il terzo incomodo

Regole del gioco
Chi riceve un invito a cena da Festina Lente si aspetti di sedere ad una tavola apparecchiata per 3.
La preparazione del piatto rientra nell'invito quindi si comincia a sondare il potenziale collaborativo tra padella e fornelli. La ricetta della serata viene comunicata in precedenza insieme al primo tema di conversazione da affrontare. Festina fa la spesa, agli invitati il compito di cucinare!
Come il leader emerge sul campo nelle esercitazioni Gunther, sarà l'evoluzione della cena a decretare il Terzo Incomodo. O in caso contrario, la sua assenza.
Scopo del gioco è passare il tempo, ma anche progettare con amore una città piena di stupore.

Avvertenze
tra le qualità di Festina, quelle culinarie non sono molto pervenute.
Rimboccatevi le maniche quindi
finchè non inizia Cucina Edoné>>Link

La confezione contiene
piano cottura 4 fuochi
forno ventilato
piano di lavoro 1,25 m
lavello una buca
lavastoviglie
sottofondo musicale a scelta
tavolo quadrato
3 kit pasto

perché in 3?
provate voi a dirmi perché

L'album dei partecipanti>>Link

5 commenti:

  1. che dire? una padrona di casa perfetta, la Festina. Ti fa sentire a casa... perchè in fin dei conti ti fa fare tutto a te (cucinare, pulire...) proprio come a casa tua... conversazione brillante e mai noiosa o banale... perciò se Festina vi chiama non esitate: accettate subito!! Grazie Festina!!

    RispondiElimina
  2. La sottoscritta ha vissuto col terrore di essere il terzo incomodo!!!
    Scherzi a parte, cena gustosa e chiacchere interessanti.

    RispondiElimina
  3. Serata deliziosa, celebrazione della femminilità senza cadere nel femminismo. E una cucina che fa felice chi ama cucinare ma, ahimè, non ha una cucina per farlo! Monia non potresti mai essere il terzo incomodo .... è impossibile se versi il vino ;)

    RispondiElimina
  4. Chiacchere piacevoli, scambi di opinioni, consigli, confessioni nella cucina di Festina con ottimo vino, cibo reso speciale da tocchi di colore e aromi, e due splendide compagne con cui condividerlo. Non mi sono mai sentita così comoda da terza incomoda! Grazie Festina e Silvia! Elena

    RispondiElimina
  5. Se qualcuno mi chiedesse qual'è il modo migliore per far incontrare persone che non si conoscono risponderei: invitali a cena e falli cucinare nella tua cucina come fossero a casa loro. Tra limoni, soffritto di cipolla e zucchini tagliati finemente i primi ghiacci si rompono subito ( spezzettati nel tagliere? ), si snocciolano racconti di vita e una volta aperto il vino sembra di stare ad una riunione di amici di vecchia data. Buffo, basta del buon cibo, una casa accogliente e un'ospite perfetta e la realtà non è più quella che sembra. Sulle scale saluti calorosi e mille auguri per la primavera che verrà ( verrà vero?? ), verso gli ultimi scalini un'avvertimento di tema amoroso:"saremo veramente salvi quando saremo spacciati e l'unica cosa che potremmo fare sarà: arrenderci."
    Grazie Festina, serata super.

    RispondiElimina