sabato 28 novembre 2020

Festina ed il cinema del reale - abbecedario

 

Inizia oggi, sabato 28 novembre, il festival virtuale a cura di MACMA che ci porta a spasso dentro grandi tematiche per costruire un Abbecedario del reale.

L'attenzione per il cinema documentario viene declinata per descrivere una lettera ed una tematica al giorno. La stagione MACMA per Le Fornaci (Terranuova Bracciolini) è accessibile virtualmente e gratuitamente - attenzione l'accesso ha un tempo limite.

Potete vederla e seguirla qui:
http://www.lefornaci.org/?page_id=1492


PROGRAMMA di NOVEMBRE

• SABATO 28 | online dalle ore 17:00

_A come Animale_

1. Felice Cimatti
Animalità

2. Auspicio, cortometraggio
di Elena Goatelli e Angel Esteban

3. Leonardo Caffo
Animalismo

4. L’uomo delfino, film
di Lefteris Charitos

DOMENICA 29 | online dalle ore 17:00

_F come Femmina_

1. Vera Gheno
Femminili Singolari

2. Sono innamorato di Pippa Bacca, film
di Simone Manetti

3. Visage Varda, omaggio
intervento di Alberto Crespi e Dario Zonta
Les plages d’Agnès, film
di Agnès Varda
Agnès Varda: il cinema della riconciliazione, film
di Matteo Bellinelli

4. Nadia Terranova
Come una storia d’amore. Femminismi e scrittura

5. Dacia Maraini
Trio

6. Cristina Comencini
L’altra donna

7. Maria Rosa Cutrufelli
L’isola delle madri


8. Valentina Pedicini
Era ieri



_G come Genere_

1. Un uomo dev’essere forte, film
di Ilaria Ciavattini, Elsi Perino

2. Chimera Arcobaleno – Arcigay Arezzo
intervento

Il Festival proseguirà a Dicembre e Gennaio, dettagli nel sito>>Link

martedì 22 settembre 2020

Festina fa 3 domande a... Riccardo Gelli FKFF


 In occasione dell'avvio del Florence Korea Film Fest domani al cinema la Compagnia (tutti i dettagli qui) poniamo 3 domande al direttore, Riccardo Gelli.


1) La Corea del sud ci parla di avanguardia tecnologica e forti tradizioni. Quali contrasti illuminanti si troveranno in sala per questa edizione 18 del Festival?
Come tutti gli anni da 18 edizioni cerchiamo di mostrare la Corea del Sud a 360°, storia, tradizione e modernità e le sue contraddizioni con un'occhiata quest'anno cosa succede in Corea del Nord con 2 documentari di registi europei.


2) Molti utenti Netflix conoscono la Corea del Sud per i drammi sentimentali e storici di cui si fa binge watching. Come si rapporta il cinema d'autore con questi contenuti?
La cinematografia coreana è dinamica e accoglie il cinema indipendente e commerciale e anche i drama e le fiction, dove registi impegnati e commerciali si cimentano con produzioni di qualità e per casalinghe.

3) Vedere i film in streaming è una risposta forte alle insidie del covid. Quale messaggio vuole lanciare il festival in questo infausto 2020?
Anche io ho passato le mie serate durante il lock down a vedere drama coreani andati di moda in Corea e film che hanno partecipato ai maggiori festival prima della Pandemia per vedere dove il cinema coreano sta andando e selezionare nuove proposte e progetti per il festival del 2021, sarà una edizione sensazionale pena di nuove idee.


A questo punto non resta che andare in sala, casalinghe incluse.