giovedì 24 aprile 2014

Festina Promenade a Marseille



Siamo al confine tra il virtuale ed il reale nelle camminate notturne che Google Night Walk rende possibili. Stiamo seduti alla scrivania, a Firenze come altrove, ma le sensazioni che sperimentiamo vengono da Marsiglia, dai vicoli abitati da gatti e suoni che non possiamo ignorare, trasportati dalla curiosità che ci conduce ad esplorare le pieghe dei luoghi come quando siamo in viaggio.
Ho visto di recente Indebito, l'ultimo documentario di Andrea Segre in cui Vinicio Capossela incontra la Grecia della crisi, attraverso le taverne di Atene e Salonicco. In quel caso è il rebetiko, la musica dei bassofondi e degli emarginati, che diventa lo scheletro emotivo delle immagini. Ritrovo la stessa importanza del sonoro nel Google Night Walk.

Dal progetto Promenade Sonore di Radio Grenouille prende forza la camminata di Google in cui seguiamo lesplorazione di Julie De Muer. L'adattamento della registrazione numero 16, Le souffleur di Christophe Perruchi, accompagna il viaggio componibile a clicchi di mouse intorno a Cours Julien. Si può procedere seguendo i percorsi di Google Street View o saltellando da un punto all'altro nella mappa a sinistra, filmando graffiti, incontrando chef e musicisti, giocando a scarabeo con un marsigliese di origini vietnamite.

Presto fate il vostro giro, disponibile in EN e FR >>Link

Per una promenade a pedali nella Firenze che ricorda gli anni '80, sono a disposizione gli audio sgangherati di AUDIOCICLO, leggi qui come scaricarli>>Link

Nessun commento:

Posta un commento