giovedì 13 dicembre 2012

Festina ed i Matti delle Giuncaie

Oggi sulla Fi Pi Li all'altezza di San Miniato è uscito il sole ed io ho scoperto questa canzone dei Matti delle Giuncaie. I ragazzi sono quattro maremmani, freschi di una tounée in Canadà ed in concerto proprio a Pisa sabato 15 all'Ex Wide, lo spazio nato al posto dello storica Wide Records.

Ho incontrato per caso la loro chitarra, Andrea Gozzi, e gli ho fatto quattro domande:
Affinità sociali, materiali o emotive tra la Maremma ed il Canada, ci sono?
Affinità emotive sicuramente! Infatti è già ormai da quasi quattro anni che collaboriamo con musicisti Québecois sia live che in studio. Due volte siamo andati noi a trovare loro e quattro volte i nostri amici sono venuti da questa parte dell'oceano per dei mini tour assieme. La nostra "sponda Canadese" si chiama Marco Calliari, un autore di world music, italo canadese che abita a Montréal. Grazie a lui abbiamo suonato nei più importanti teatri e Maisons de la Culture del Québec, lui lì è molto popolare. Nel nostro prossimo disco infatti sarà ospite anche lui con alcuni altri musicisti Québecois come Isabelle Verville (tromba) e Fredo Péloquin (fisarmonica). Nel periodo natalizio invece verrà a farci visita Julie Houle, che suona il basso tuba e sarà con noi per un concerto speciale per il 31/12 a Colle Val d'Elsa. Diciamo che si è creata una bella alchimia. Per quanto riguarda invece le affinità "sociali" ve ne sono poche: la posizione del musicista in Québec è tutelata e considerata un vero lavoro, al contrario che qua. Unica consolazione: abituati sempre ad avere situazioni più o meno difficili da questo punto di vista in Italia, quando siamo all'estero viaggiamo a doppia velocità, è tutto più facile, è come "dovrebbe essere".
Mi parli del nuovo brano + video?
Il nuovo brano, il secondo estratto dall'EP "Il Bagno nella Canapa", che è uscito quest'estate si chiama "Fenice Felice". Si tratta di un nostro personalissimo inno all'ottimismo: anche quando le cose sembrano andare più storte non si può ecco che si può sempre risorgere dalle proprie ceneri, come una Fenice, che è appunto per questo Felice! Dal vivo è la chiusura del concerto cantata a squarciagola. Ne abbiamo tratto un video divertente girato proprio in Québec da Alberto Comandini e Umberto Ottaviani. Abbiamo corso per tutta Montréal per girare dieci minuti in molte location diverse, poi salivamo sul furgone e ripartivamo per la location successiva, fino poi ad arrivare alle prove dei concerti che avevamo quasi tutti i giorni. Nel video sembriamo belli freschi e felici, come la Fenice, in realtà faceva freddissimo e avevamo gli occhi pesti, magia del regista! Ci siamo divertiti... come Matti nel girarlo. Sabato 15 lo presenteremo dopo il nostro concerto all'Ex Wide.
E come mai tutti questi scambi internazionali?
La nostra è una musica piena di cori e corde, ma abbiamo pochissimi testi. Questo ci permette spesso di suonare all'estero. Per noi è linfa vitale, traiamo ispirazione dai nuovi luoghi e ci interessa il contatto con un pubblico che non parla la nostra lingua, lasciamo parlare la musica in questo caso, spesso si crea un bel dialogo. Prossimamente, nel Gennaio 2013 ritorneremo a Berlino per 5 concerti, dal 22 al 27. Ora come ora Berlino è una città ricca di contaminazioni artistiche e correnti culturali che si mischiamo di continuo, non a caso è meta preferita dei più giovani e dei musicisti di tutto il mondo. Abbiamo suonato per un mini tour lo scorso anno ed è stata un'esperienza indimenticabile. Ci farà compagnia per un concerto anche Antoine Villoutreix, un amico che abbiamo conosciuto durante dei concerti a Parigi di due anni fa, che si unirà a noi per una notte. Ci piace collaborare con gli altri, crediamo che la musica sia condivisione piuttosto che competizione.
Siete 4 matti, raccontami 4 propositi per il 2013
Per prima cosa pubblicare il nostro primo vero album, per ora abbiamo un demo di 14 brani ("iappappà" del 2010) e l'EP di cui ti parlavo prima. In secondo luogo ci auguriamo di suonare sempre di più, sul palco ci stiamo bene e ci divertiamo. Come terzo proposito ci piacerebbe continuare a collaborare con altri musicisti e artisti vari (magari in teatro, perché no?) e magari essere presenti in qualche bel festival di quelli da delirio! Vediamo cosa ci porterà il 2013!

Ecco i Matti nel web: sito FB

Nessun commento:

Posta un commento