giovedì 11 ottobre 2012

Festina IF Mad in Italy

mettici la testa

Mi porto a casa dall'Internet Festival una delle tre copie del libro Mad in Italy che gli autori avevano poggiato sul tavolo in occasione del panel del 6 ottobre, tra le 11:00 e le 12:00, presso il Sant'Anna di Pisa. 'E stato Antonio Paolo a regalarmela, ma partiamo dall'inizio.

Sono anni in cui accostare le espressioni "sorprendente scoperta di un ricercatore italiano" e "fuga di cervelli" non indigna nemmeno più. L'Italia è una nazione ricca di burocrazie paralizzanti, investire nella ricerca è un'azione di nicchia e l'ottimismo pragmatico, una materia che a scuola non insegnano ancora. 
Eppure.
Sono anni in cui mettere a frutto le proprie idee in una nazione estera è la scelta consigliata dal senso comune. Le istituzioni nazionali pagano per dotarsi di siti web d'avanguardia che poi non riescono a gestire. Anche la data di allaccio alla fornitura di elettricità è un'incognita in una cosmologia provvidenziale.
Eppure.
C'è chi rimane. Chi si rimbocca le maniche nel paese dove è cresciuto e decide di fare impresa proprio qua. Per questi matti da camicia di forza, è stato pensato il libro Mad in Italy. Titolo che gioca con l'ammiccante sigla-marchio "made in Italy", inserendo quel Mad che significa follia e a me suona di Mad Men, i pubblicitari di Madison Avenue che vivevano di idee trasformate in comunicazione.
Il sottotitolo del libro è: Quindici consigli per fare business in Italia. Nonostante l'Italia. Ogni consiglio un capitolo, un testimonial attuale (dai fondatori Grom a Mirko Pallera del Ninja Marketing), la via da seguire, un memo e la vita di uno storico imprenditore di successo.
Quale consiglio ti illumina di più?
1.cerca di essere il primo
2.pensa a un'idea semplice e realizzala (costi quel che costi)
3.sii differente (rompi gli schemi)
4.non avere paura!
5.ricordati che i brand italiani sono cognomi
6.trova il sistema di fare sistema
7.ragiona in grande. anche se sei piccolo
8.tramuta un problema in opportunità
9.capisci quando i tempi sono maturi
10.osserva con attenzione quello che hai intorno
11.fai le cose a modo tuo
12.valorizza le tue idee cercando qualcuno che creda in te
13.condividi il futuro con i tuoi figli (anche se non ne hai)
14.se decidi di cambiare idea, non è una tragedia
15.cerca di capire se sei leader o follower

Il mio mantra di oggi è "costi quel che costi".
Per un giro preliminare all'acquisto del libro, edito da Rizzoli (si trova da Feltrinelli a 18 euro) ecco il sito dove sono raccolte storie, curricula di persone come te, ambasciatori e progetti social di azione>>Link

Chi sono gli autori: Un duo composto da Giampiero Cito e Antonio Paolo, pubblicitari della Milc
Gli stessi di Mettiamocilatesta.it

Tutti i post di Festina all'Internet Festival>>Link

2 commenti:

  1. Aprire un'attività ora in Italia e Conveniente come tenere un Citofono in Cantina! :)

    RispondiElimina
  2. sopratutto la n.2 visto da un ex imprenditrice, ora insegnante e futura presidentessa di una associazione culturale

    RispondiElimina