venerdì 8 marzo 2013

Festina della Donna




Mentre cerco la piega giusta da dare ad un discorso sull'8 marzo, si accende la finestrella della chat e Julio  dal Brasile mi manda questo video dedicato alle donne soteropolitane.


Julio dipinge murales per le strade di una città che ama soprattutto nelle pieghe e nelle ombre. Nei quartieri dove decine e decine di ragazze vanno a prostituirsi, ha tracciato regine nere e fiere che dai muri le veglino e ammoniscano chi non tenga conto della loro forza. Sulla facciata di casa sua, una villetta alta tre piani nel quartiere di Ribeira (Salvador de Bahia) ricordo una gigantesca figura femminile che la faceva da padrona, musa e signora. L'immagine qui sopra è il suo dipinto Primavera.
Julio su flickr

Essere donna non è di per sé una qualità né un limite. 'E la struttura di partenza di un'esperienza della vita.
Ti esaltano perché sei donna in modo generico? Diffida. Ti danno poco peso perché sei donna? Attacca.
Apparteniamo ad un genere ma per come sento il mondo io, siamo innanzitutto persone, diverse tra sé e uniche, con i medesimi diritti di realizzazione e libertà.
Tanti auguri per l'8 marzo!

Nessun commento:

Posta un commento