martedì 17 maggio 2016

Festina una giornata particolare

prints fashion

Una giornata particolare era quella di Ettore Scola, film capolavoro del 1977.
I prossimi 20, 21, 22 maggio Les journées particulières interesseranno invece Francia, Italia, Spagna, Svizzera, Regno Unito e Polonia: 40 case di moda apriranno le porte al grande pubblico.
Per citarne alcune Christian Dior a Parigi, Fendi a Roma, Emilio Pucci in Toscana.

Il gruppo LVMH ha scelto di far vivere e tramandare l’eredità unica e spesso secolare delle sue Maison. Quest’ambizione si fonda sulla condivisione e la trasmissione di savoir-faire che sono al tempo stesso il frutto di una tradizione e la continuazione di un percorso creativo sempre rinnovato.
La terza edizione delle Journées Particulières costituisce una nuova tappa nell’ambito di questa volontà di condivisione e di apertura. Il pubblico è in qualche modo invitato a oltrepassare il muro, ad attraversare lo specchio, per comprendere dall’interno ciò che costituisce la passione e la creatività degli uomini e delle donne del gruppo LVMH.

 Info pratiche per Emilio Pucci . Villa di Granaiolo

Il programma

Una visita degli spazi espositivi e del Talent Center che saranno dedicati a:
“Elements”: mostra che tratteggia i codici del marchio.
Le Scuole: progetti ispirati dagli archivi grazie ad interventi degli studenti del Polimoda, ECAL, Central Saint Martin.
Le Mani: di Print Designer e di Modellisti alla scoperta del savoir faire della Maison.
Il sito è accessibile alle persone a mobilità ridotta.
Alla visita sono ammessi i bambini.

Presentazione della Maison

Le Radici del Jet Set

Il Marchese Emilio Pucci nel 1947 crea l’omonima Maison e, tra gli anni 50 e 60, diventa noto in tutto il mondo come “Prince of Prints”. Emilio Pucci ha contribuito alla nascita del Made in Italy lasciando un’ impronta indelebile che si rinnova ogni stagione in modo fedele e contemporaneo. Oggi lo stilista Massimo Giorgetti ha assunto la direzione creativa del brand presentando nel Giugno 2015 la sua visione: senza tempo, di grande immediatezza e che gioca con il DNA della Maison.

Presentazione del sito

Lo splendore di una villa toscana
Villa Granaiolo, la residenza toscana appartenente alla famiglia Pucci dal Rinascimento, fu costruita nel XVI secolo. La sua architettura minimale coniuga con eleganza e leggerezza facciate bianche di origine romana e finestre in pietra Fiorentina. Dalla villa si gode uno splendido panorama sull’inconfondibile paesaggio toscano tra Firenze e Pisa.  Villa Granaiolo, insieme a Palazzo Pucci, è una delle proprietà più amate dal Marchese Pucci e proprio per questo motivo Laudomia Pucci, figlia del Marchese Pucci, ha deciso di trasferire qui una parte degli archivi e creare un museo privato. Oltre agli spazi espositivi la Villa ospita il Talent Center: un’area polifunzionale dedicata alla formazione di giovani talenti libri di perimentare ed esprimere la propria creatività nel campo dell’arte, della moda e del design.
orari di visita
 
Sabato – Domenica: 10:00 – 18:00
Durata della visita: 45 minuti.
Le iscrizioni online sono chiuse.
Ingresso diretto il 21 e 22 maggio (nel limite delle disponibilità).
Per ulteriori informazioni, contattare il: +39 055 26 18 41

Indirizzo

Villa di Granaiolo
Via Vittorio Niccoli 394
50050 Località Granaiolo, Castelfiorentino, Firenze, Italia

Nessun commento:

Posta un commento