martedì 15 marzo 2016

Festina e la rivincita dei noiosi

chelsea fringe firenze

"Il tuo evento non deve essere noioso per niente al mondo. Tu puoi esserlo senza problemi, io per esempio lo sono. Il tuo evento per entrare nel calendario Chelsea Fringe deve essere a tema (si parla di giardinieri), deve essere legale ed interessante".

Prima che il Chelsea Fringe Festival torni a fine maggio ad invadere Londra, il Regno Unito, Italia, Slovenia, Giappone, Australia e chi più ne ha, è passato da Firenze l'ideatore della kermesse, Tim Richardson. Domenica sono stata a prendere con lui un tè alla Serra Torrigiani, alle 17:00 ovviamente.

Who is him according to wikipedia:
Tim Richardson, author of Sweets: The History of Temptation, is the world's first international confectionery historian. He also writes about gardens, landscape andtheatre, and contributes to the Daily Telegraph, Country Life, The Idler, House & Garden, Garden Design Journal and Wallpaper. He lives in North London.He wrote and performed comedy at Oxford University in the 1980s in a revue group called The Seven Raymonds with Stewart LeeRichard HerringEmma Kennedy, and Michael Cosgrave.
La sua presenza in città è stata voluta per sollecitare riflessione ed interventi su giardini e spazi aperti in generale. Lui ci ha raccontato e mostrato per immagini diverse esperienze di Community Gardens nei quartieri meno bene della grande Londra. Spesso tutto parte dalla perseveranza di una donna che ha una visione e costringe 150 vicini di casa a mettere orti sui propri marciapiedi.
Per saperne di più sul Festival e prendere contatti con le organizzatrici fiorentine, clicca qui
Edizione 2016: 21 Maggio - 12 Giugno.

Nessun commento:

Posta un commento