giovedì 10 marzo 2016

Argentina: Festina hai mai morso un papa?

festina lente firenze
Mar del Plata
Mi è venuto a prendere in moto.
Che spettacolo, io sono con la gonna. Le combinazioni simil-eleganti che consente il minimo guardaroba dentro al mio zaino sono... una. Gonna stretta a fiori e camicetta rosa antico. Quindi lui è arrivato in moto ed io sono felice e con la gonna. Non sarà un grosso scandalo, siamo in un posto di mare: me la tiro in su e salgo in sella.
C'è già la luna che sale anche se ancora non è buio. Il sole è già tramontato ed il cielo è di una tonalità così bella che i colori se lo litigano: l'azzurro dice, è mio, in versione scura, il blu ribatte no, è mio, in una versione chiara che si andrà a scurire. Di lì a poco vince la disputa il blu.

Mar del Plata, la località balneare per eccellenza della costa argentina, ha un lungomare di 40 Km. In questo largo spazio si avvicendano spiagge multiformi, scogliere ed un porto che ospita perfino una colonia di leoni marini, rissosi e goderecci. Percorriamo in moto un tratto breve ma sufficiente per farmi assaporare una brezza gentile, salata. 'E il 24 dicembre ed io sto andando alla Cena di Natale in famiglia in camicetta. Dovrei essere imbecille per non sentirmi fortunata.
La tradizione in Sud America suggerisce di festeggiare tutti insieme attorno ad una tavola imbandita la sera della Vigilia di Natale, aspettando l'arrivo della Mezzanotte.

festina lente firenze
Antiquariato a San Telmo
Un bacio per salutare ciascuno dei presenti, quindi ci sediamo e mi domandano cosa preferisco da bere. C'è chi si sta preparando il Fernet e Coca, must assoluto tra le bevande locali. Io scelgo la soda in sifone. Erano anni che non mi capitava di vederne una e mi riempie di gioia infantile premere la levetta e sentire il suono delle bollicine. Sono un po' maldestra e terrorizzo i miei vicini di posto ogni qualvolta mi venga sete. 
La prima portata è un papa. Un Pio IX. Pionono come imprecava la mia nonna tanti anni fa! Quello che in Spagna è nato come pasticcino ispirato al copricapo del pontefice, in Argentina è una torta composta da un rotolo dolce farcito con ingredienti salati, come il prosciutto, la maionese e l'uovo sodo. 
La cena prosegue con un tripudio di antipasti, vitello tonnato, arrosti alle prugne, contorni e tante risate. Niente in Argentina arriva alla tua bocca senza essere oggetto di un atto di condivisione. Non provate a definire l'ospitalità in Argentina, perché l'Argentina è l'ospitalità fatta persone. Impeccabile, spontanea, indimenticabile.

Un canale locale ha deciso di offrire al suo pubblico una maratona di canzoni dei Beatles e tra una Love me Do e un Yellow Submarine planiamo senza strappi al conto alla rovescia. Cinque minuti prima della Mezzanotte usciamo in strada e tra i tentativi di avvistamento di Papà Noel ed i fuochi d'artificio che iniziano ad esploderci tutt'intorno, ci stringiamo negli auguri mentre un vento potente e gelido si alza di botto e mi ricorda sensazioni dicembrine dell'altro emisfero.
Ci ha fregato anche quest'anno! Al ritorno in casa troviamo il salotto invaso di doni e pacchetti. Bellissimo dire a tutti Feliz Navidad. 
Verso l'una i bambini giungeranno all'ora per andare a dormire, i grandi invece troveranno il modo di vedere una lunga schiera di bottiglie di alcolici, l'arrivo di amici con altre bottiglie, imparare a ballare la cumbia e salutare l'alba prima del cuscino.

Nessun commento:

Posta un commento