giovedì 27 novembre 2014

Festina FdP


Inizia questo venerdì con See No EvilLast Hijack la 55esima edizione del Festival dei Popoli, festival internazionale del film documentario.
Location primaria il cinema Odeon, nel quale prosegue la 50 giorni di cinema di Firenze, ma altre proiezioni sono previste regolarmente allo Spazio Alfieri e all'Istituto Francese. Punto di ritrovo per il dopo-proiezioni è il Rivalta Caffè, Lungarno Corsini 14r.

Vi copio qui di seguito, tanto per darvi un'idea, i titoli attorno ai quali ho segnato un cerchietto, programma cartaceo alla mano.
Se non ne trovate una copia, ecco la versione web di Calendario Completo e Programma dei Film

Last hijack
di Femke Wolting e Tommy Pallotta
Paesi bassi, irlanda, germania, belgio, 2014, 83’
Dall’incontro tra documentario e film di animazione nasce Last Hijack, per protagonisti un gruppo di pirati somali e il loro carismatico leader, Mohamed. Da anni questi uomini mettono a rischio la propria e l’altrui vita prendendo d’assalto le petroliere che si trovano a solcare le acque che bagnano il Corno d’Africa. Oggi la vita di Mohamed è giunta ad un bivio: se da una parte l’imminente matrimonio lo spinge ad abbracciare una vita tranquilla, dall’altra la “febbre dell’arrembaggio” continua a bruciare sotto la pelle. Le scene d’azione sono realizzate con spettacolari sequenze d’animazione disegnate da Hisko Hulsing.
venerdì 28 novembre, odeon, ore 21:00

Het is een schone dag geweest
it’s been a LoveLy day
di Jos de Putter
Paesi bassi, 1993, 70’
L’ultimo anno di lavoro di due anziani contadini. Lasciano la terra coltivata dalla loro famiglia per più di cento anni a degli eredi che hanno deciso di dedicarsi ad altro. Questo  film è un meraviglioso affresco su un mondo e una cultura che vanno scomparendo senza rancori né tristezza: perché bisogna darsi da fare, sistemare le cose, comprendere come va il mondo e cercare di trasformare ogni giorno in a lovely day.
sabato 29 novembre, spazio alfieri, ore 15:00

Živan Makes a Punk festival
di Ognjen Glavonic’
serbia, 2014, 61’
Ogni anno Živan organizza un festival punk nel suo piccolo villaggio in Serbia. Con inguaribile ostinazione e senza soldi Živan si lancia nella realizzazione della sesta edizione dell’evento, che “fra cent’anni, sarà ricordato come Woodstock”. Come ogni anno, l’esito è disastroso. Il ritratto poetico – con risvolti comici – di un don Chisciotte affetto da una malattia pericolosa chiamata entusiasmo. 
Sabato 29 novembre, odeon, ore 21:15
Lunedì 1 dicembre, odeon, ore 15:00

Dior and I
di Frédéric Tcheng
francia, 2014, 90’
Christian Dior ha costruito un impero della moda in soli dieci anni. Nel 2012 Raf Simons, debuttando nella haute couture, ha raccolto la sfida lanciata dalla leggendaria casa di moda francese quando lo ha nominato nuovo direttore artistico e in otto settimane ha realizzato la sua prima collezione. Con una prospettiva privilegiata e senza precedenti, entreremo nell’atelier Dior, ne carpiremo il funzionamento, dal processo creativo al lavoro instancabile delle sarte, fino alla memorabile presentazione della collezione di debutto di Raf Simons.
domenica 30 novembre, odeon, ore 21:00
 
Yaar
di Simon Gillard
Belgio, 2014, 19’
I cercatori d’oro del Burkina Faso in una elegia di colori, suoni e gesti di lavoro. In un magnifico incedere di luce e tenebre – magia e tecnologia arcaica – si muovono corpi senza ruvidezza, languidi, ritmati, per fare di tempo e spazio un’esperienza visiva che è anche sensoriale. Yaar è il centro della miniera, un universo a sé stante, splendente di luce propria.
Martedì 2 dicembre, odeon, ore 21:00
Mercoledì 3 dicembre, odeon, ore 12:30

Walking under water
di Eliza Kubarska
Polonia, gran bretagna, germania, 2014, 76’
L’iniziazione alla vita adulta di un giovane Badjao, pescatore del Borneo. Il giovane Sari viene educato dallo zio alle classiche tecniche di pesca della sua popolazione, che fino a pochi anni fa viveva interamente di mare, grazie ad una particolare capacità di convivenza con il mondo acquatico. Ma i nomadi del mare devono oggi affrontare una difficile decisione: continuare a vivere di pesca, o cedere alla nuova industria del turismo?
giovedì 4 dicembre, odeon, ore 21:00

Il tam tam su FB richiama l'attenzione sugli italiani Maldarno e Alberi che camminano.
Fate la vostra selezione, e ci vediamo in sala.

abbonamento giornaliero
(valido per 1 giorno in tutte le sale del festival):
Intero: Euro 10,00 - Ridotto: Euro 7,00
biglietti
biglietto singolo dalle ore 10.00 alle 21.00:
Intero: Euro 5,00 - Ridotto: Euro 4,00
biglietto singolo dalle ore 21.00:
Intero: Euro 7,00 - Ridotto: Euro 5,00


Nessun commento:

Posta un commento