mercoledì 4 giugno 2014

Festina vamos al cine


L'Odeon procede a grandi passi con la sua proposta di Festival dedicati ora a quella ora all'altra area geografica e culturale. Dopo la Korea, il Middle East ed altre primavere orientali, viriamo ad Ovest verso la produzione contemporanea dei cugini spagnoli.

Dal 6 all’8 giugno il cinema di piazza Strozzi a Firenze ospita l'itinerante CINEMASPAGNA – FESTIVAL DEL CINEMA SPAGNOLO. Tutti i film in versione originale con sottotitoli in italiano.

PROGRAMMA:
6 giugno
Ore 17 TRISTANA (Tristana), una delle perle di Buñuel, con Fernando Rey, Franco Nero e la Deneuve nel ruolo di una orfanella sedotta dal proprio Pigmalione. Il Maestro disse: “Catherine non è esattamente il mio tipo di donna, ma zoppa e truccata la trovo molto attraente”. Un compendio di ossessioni erotiche e gastronomiche. Corrosivo e fondamentale.
Ore 19 CARMINA O REVIENTA (Carmina o esplodi) di Paco León. Commedia dal sapore almodovariano tra documentario e finzione su Carmina, la madre del regista, matrona andalusa capace di piegare la realtà alla sua volontà. Un tornado dirompente.
Ore 21 Cerimonia d’inaugurazionecon l’ospite d’onore; a seguire:
TODAS LAS MUJERES (Tutte le donne) di Mariano Barroso, miglior sceneggiatura ai Goya 2014, ruota intorno a uno strepitoso Eduard Fernández che ricorre alle donne della sua vita per risolvere un problema che avrebbe una semplice soluzione: dire la verità. Trama ricca d’ironia. Autentica rivelazione dell’anno.
7 giugno
Ore 16,30 MON PETIT (Piccolo mondo) di Marcel Barrena. Pur ridotto in sedia a rotelle Albert Casals ha una passione: viaggiare. Al ragazzo bastano pochi soldi per lanciarsi in avventure e vivere a pieno i luoghi più impensabili: da Barcellona alla Nuova Zelanda. Documentario incredibile, più vero del vero.
Ore 18,15 LOS ILUSOS (Gli illusi) di Jonás Trueba, con Francisco Carril. Nouvelle Vague, con echi di Faces di Cassavetes. Commedia romantica di un figlio d’arte, omaggio al cinema che ci stiamo lasciando alle spalle: cinema sul cinema, cinema per il cinema.
Ore 20,00 VIVIR ES FÁCIL CON LOS OJOS CERRADOS (La vita è facile ad occhi chiusi) di David Trueba. Film trionfatore ai Goya 2014 (6 statuette tra cui miglior film), narra la storia vera di un insegnante di inglese (Javier Cámara) che nel ‘66 attraversa la Spagna per incontrare John Lennon in Andalusia. Cinema in grande stile, solare. Il must dell’anno. Imperdibile.
Ore 22,00 CARMINA O REVIENTA (Carmina o esplodi) di Paco León. Commedia dal sapore almodovariano tra documentario e finzione su Carmina, la madre del regista, matrona andalusa capace di piegare la realtà alla sua volontà. Un tornado dirompente.
8 giugno
Ore 16,30 TODAS LAS MUJERES (Tutte le donne) di Mariano Barroso, miglior sceneggiatura ai Goya 2014, ruota intorno a uno strepitoso Eduard Fernández che ricorre alle donne della sua vita per risolvere un problema che avrebbe una semplice soluzione: dire la verità. Trama ricca d’ironia. Autentica rivelazione dell’anno.
Ore 18,00 VIVIR ES FÁCIL CON LOS OJOS CERRADOS (La vita è facile ad occhi chiusi) di David Trueba. Film trionfatore ai Goya 2014 (6 statuette tra cui miglior film), narra la storia vera di un insegnante di inglese (Javier Cámara) che nel ‘66 attraversa la Spagna per incontrare John Lennon in Andalusia. Cinema in grande stile, solare. Il must dell’anno. Imperdibile.
Ore 20,00 TOTS VOLEM EL MILLOR PER A ELLA (Tutti vogliamo il meglio per lei) di Mar Coll. La nuova vita di una giovane donna che si risveglia dal coma. Le certezze professionali e affettive che prima aveva, vanno piano piano in frantumi. Grande e pluripremiata prova d’attrice di Nora Navas. Brillante dramma sulle facili apparenze.
Ore 22,00 BARCELONA NIT D’ESTIU (Barcellona notte d’estate) opera prima di Dani de la Orden. Sei storie, sei diverse relazioni, che durante la stessa notte d’estate trovano il loro zenit: l’amore o il disincanto. Commedia fresca e corale su Barcellona: la città è una protagonista in più del film.

Biglietti: Intero euro 6, ridotto (studenti e over 65) euro 5

Nessun commento:

Posta un commento