martedì 5 marzo 2013

Festina diventa Primavera


PRIMAVERA meno sedici
Sono solita salutare i grandi eventi con un improvviso calo di pressione: i giramenti di testa, lo sfarfallio alla vista vanno ad accentuare stati di euforia e buonumore.
Dopo nemmeno 48 ore di sole, questa domenica le mie caviglie, il torace, l'epidermide hanno deciso che per me è primavera. Tecnicamente sono in anticipo di oltre due settimane, ma poco conta. Come un rametto secco che cova le gemme, come un orso bruno che si stiracchia le zampe prima di uscire dal letargo, dò il via alla mia serie di preparativi per la bella stagione bella.

punto primo
LEVIGARE LA PELLE
Mesi di collant e aria riscaldata, state per finire. Metto in una tazzina olio XV d'oliva e zucchero, mescolo e poi percorro tutto il corpo con il composto che fa da scrub e da idratante. Camminare scalza in giro per casa, è una gioia che attende solo di inforcare i sandali per essere completa.
Conoscete altri infallibili rimedi per una pelle bellissima? Scrivete tra i commenti.

punto secondo
REINVENTARE IL GUARDAROBA A COSTO ZERO
'E dalle vacanze di Natale che faccio incetta di vestine di canapa, camicette di lino e stole di cotone per darle in pasto alla mia macchina da cucire e farne uscire un look total white per i mesi di sole. La gonnellina della comunione è diventata la parte di sotto di un abitino nato per dare nuova vita alla canottiera che mamma metteva negli anni '70 senza reggiseno.
Per chi non cuce, il trucco si chiama SWAP PARTY. Festina ne organizza uno a Pisa di sicuro, ma anche in zona fiorentina ne sono sbocciati tanti. La regola del gioco è non buttare via nulla al cambio armadio, ma preparare un bel trolley di vestiti in buone condizioni e scambiarli con quelli di altre ragazze e signore in contesti di scambio accessori, chiacchiere e consigli.

Ditelo alle vostre gambe nude e ditelo alle api: tra tre giovedì è primavera!

Nessun commento:

Posta un commento