mercoledì 16 maggio 2012

Festina Arte Torna Arte


Arte torna Arte è l'espressione coniata da Luciano Fabro a raccolta di una serie di sue lezioni e conferenze tenute tra il 1981 e il 1997 presso sedi universitarie, accademie e musei del mondo. Assumere tale espressione come titolo della mostra da tenersi alla Galleria dell'Accademia di Firenze equivale a condividere il principio secondo cui, pur nelle diverse modalità verificatesi in ogni tempo e nelle inevitabili fratture che segnano i suoi percorsi, tutta l'arte si dipana da un'unica radice che fittamente si articola, con flusso continuo, nei diversi territori della nostra cultura .

Dall'8 maggio al 4 novembre 2012, Arte Torna Arte è il percorso espositivo che si presenta al visitatore dell'Accademia in via Ricasoli, a Firenze. L'esposizione straripa dagli ambienti specificamente dedicati alle mostre temporanee, verso le sale della collezione permanente. Gli inserimenti sono opere di Francis Bacon, Louise Bourgeois, Alberto Burri, Antonio Catelani, Martin Creed, Gino De Dominicis, Rineke Dijkstra, Marcel Duchamp, Luciano Fabro, Hans Peter Feldmann, Luigi Ghirri, Antony Gormley, Yves Klein, Jannis Kounellis, Ketty La Rocca, Leoncillo, Sol Le Witt, Eliseo Mattiacci, Olaf Nicolai, Luigi Ontani, Giulio Paolini, Claudio Parmiggiani, Giuseppe Penone, Pablo Picasso, Alfredo Pirri, Michelangelo Pistoletto, Renato Ranaldi, Alberto Savinio, Thomas Struth, Fiona Tan, Bill Viola, Andy Warhol.


Tra gli eventi collaterali SEI FILM INTORNO A UNA MOSTRA un programma di film a cura dello Schermo dell'arte Film Festival, dal 23 al 25 maggio presso il cinema Odeon di piazza Strozzi. 
Si tratta di due film a soggetto, Il ventre dell’architetto di Peter Greenaway (1987) e Arca russa di Aleksandr Sokurov (2001), di un corto, I corvi, episodio del film Sogni di Akira Kurosawa (1990) e di tre documentari che rappresentano i tre modi più usuali con cui la cinepresa ha indagato l’arte contemporanea: la registrazione di una performance in Seven Easy Pieces by Marina Abramović realizzato da Babette Mangolte (2007), la cronaca del lavoro dell’artista in Jan Fabre au Louvre di Wannes Peremans (2008) e l’intervista in Francis Bacon. The Brutality of Fact di Michael Blackwood (1985).
Ingresso libero, inizio ore 21:00. Tutti i film sono in versione originale sottotitolati in italiano.


Approfondimenti
La mostra in audio>>Link
Sito generale>>Link

Nessun commento:

Posta un commento