venerdì 15 aprile 2011

Festina e la moschea sottovoce

Il giorno che le comunità islamiche dedicano alla preghiera collettiva è tradizionalmente il venerdì. Ecco perchè scelgo questo giorno per introdurre un tema caldo di dibattito nella città di Firenze ed in Toscana: la costruzione di una moschea.

Passo indietro. Sapete che con la legge regionale 69/07 è possibile richiedere un finanziamento alla Regione Toscana per avviare un percorso partecipativo.? Le associazioni e i cittadini possono richiedere l’avvio di un percorso mediante la raccolta di firme in base alla popolazione della città di riferimento. Nel caso di Firenze per avviare un percorso è necessario raccoglierne un numero pari allo 0,5% - circa 1850 firme.
Ecco che la Comunità Islasmica cittadina ha deciso di proporre un percorso partecipativo per discutere di una moschea a Firenze. Circa 2000 firme sono state raccolte e presentate all'Autorità Regionale per la Partecipazione, dalla quale in breve perverrà risposta.

Tale percorso partecipativo, se finanziato, sarà seguito da Sociolab e non sarà una votazione sbrigativa. Nessuna alzata di voce, nessuna opinione imposta. Verrà a comporsi con una serie di fasi di discussione e informazione per far emergere le linee guida condivise. In centro o fuori, come, quando, minareti somiglianti al campanile di Giotto... spazio ai temi di confronto.

Festina sarebbe orgogliosa di una Firenze pronta ad essere casa di un progetto-pilota sui rapporti tra cittadinanza, religioni e convivenza civile. E tu cosa ne pensi?

Dalle istituzioni, dalla chiesa, dalle parrocchie, dalla Padania svariate le opinioni espresse attraverso i titoli dei giornali. La rassegna stampa sul dibattito>>Link
Il sito di riferimento del progetto Una moschea per Firenze, è possibile parlarne senza alzare la voce?>>Link

2 commenti:

  1. condivido alla grande,,anzi, sarebbe l'ora!!

    RispondiElimina
  2. sinceramente non mi piacerebbe. Vivo a Beirut,dove i campanili fanno a gar con i minareti a inneggiare lodi al proprio dio e superarsi in altezza per affermare il proprio potere. Ma Firenze non e' Beirut, Firenze ha una storia, una toponoma...stica,uno stile unico nel mondo, per cui accanto al campanile di Giotto proprio di veder svettare un minareto non mi piace. Ben vengano moschee nella parte moderna della citta' dove non c'e' un patrimonio artisitico-culturale-architettonico-storico unico da mantenere integro. E non solo, abitereste volentieri nel centro con un canto che vi sveglia alle 3-4 di notte TUTTE LE NOTTI? ed uno ogni tot ore durante la giornata?Non e' pensabile che non venga diffuso e udito, e' funzionale alla preghiera di chiunque non possa entrare in moschea in quegli orari. Vi assicuro che qui,ascoltarlo e' rilassante e almeno un rassicurante segno dello scandire del tempo, ma a Firenze, non avrebbe senso.Tanto valeva lasciare i commercianti liberi di tenere aperti i locali fino a tarda notte ignorando il rumore. Essere aperti e tolleranti e cittadini del mondo non vuol dire per forza cancellare la propria cultura e Firenzeo il centro storico della citta', scusate, non va toccata! Benvengano manifestazioni,incontri di cultura,scambio,dialogo,educazione alla cittadinanza,ma la citta' in se' e' pregna di storia in ogni angolo.Dobbiamo per forza toglierle questa allure?

    RispondiElimina