martedì 8 marzo 2011

Festina e la festa della donna mascherata

Se il martedì grasso cade l'8 marzo, l'umanità si trova al cospetto di un terribile dilemma: stasera cosa vado a festeggiare?
Mimosa versus maschera: se tanti significati convergono nelle medesime 24 ore, Festina pensa che sia il momento giusto per stupire e farsi stupire. Parola d'ordine INSOLITO.
Alcune idee che potete approfondire a Firenze e non solo:
  • vestirsi come nel videoclip di Pop Porno e organizzare un karaoke in una sala biliardo. Ecco l'elenco di alcuni tavoli verdi in città>>Link
  • partecipare al POETRY ATTACK, iniziativa che propone di pubblicare su facebook e/o scendere in strada con una poesia o dei versi sulle donne appesi al collo: Puoi andare al lavoro, salire sull’autobus, passeggiare con amiche ed amici con il tuo cartello poetico. Puoi anche fermarti in uno spazio pubblico e leggere la poesia!
  • ricordare l'alter ego che questo carnevale vi ha tirato fuori con un economico ritratto vintage al Photoautomat; coordinate ed istruzioni cliccando qui>>Link
  • organizzare una caccia al tesoro alla ricerca di tutti i segni urbani lasciati da Clet. Di chi parlo, leggi qui>>Link
  • concedersi una maratona di film di Yolande Moreau o una proiezione ad alto volume di Victor Victoria, ecco le info>>Link
  • iscriversi ad un corso di economia domestica. 'E iniziato con il cucito il Festina Fai Da Te>>Link
Potere all'immaginazione: raccontatemi le vostre fantasie e vi ci farò finire dentro ;]

2 commenti:

  1. odio le feste comandate e troppo commerciali......ma se dovessi mascherare,il mio vestito sarebbe da dama dell'800....

    RispondiElimina
  2. La dama dell'800 evoca saloni illuminati, argenteria a lucido e fruscio di sottane ;]

    RispondiElimina