mercoledì 15 dicembre 2010

Festina Coquinarius est

Ora di pranzo e sei in centro storico a Firenze, hai da spendere 15-20 euro e vuoi viziarti in compagnia di 3 amici. Inizi a girottolare tra le traverse di via dei Calzaiuoli e ti domandi dove convenga entrare per goderti il menu senza ricevere un trattamento-turista.
Festina dopo il pranzetto senza pecche di sabato scorso suggerisce di scegliere via delle Oche, fermarsi al 15 e farsi assegnare un tavolo nella sala di Coquinarius. Questo ristorante enoteca ha sfoggiato per lei stampe retrò alle pareti, sottofondo di Vinicio Capossela e un'atmosfera da grotta fatata. Il pranzo è stato un festival di carpacci, nello specifico quello di tacchino era ricamato con il miele, il manzo andava a braccetto con scaglie di grana, mentre quello di tonno era condito con pinoli, uvette e finocchietto. Gli abbinamenti sono stati divini, la scelta del vino al bicchiere non cade sul banale ed il conto non è astronomico (un carpaccio su insalata + un bicchiere di vino + un amaro = 18 euro a testa).
Nel menu altri primi, secondi, contorni, insalate, dessert. Il resto si proverà un'altra volta, ma intanto ditemi: Ci siete stati? Che ne pensate?
Il tel 055/2302153

3 commenti:

  1. Posticino intimo, trendy-chic.Mangiato li' tanto tempo fa, ricordo piacevole ma non saprei dire altro. :)

    RispondiElimina
  2. Ne ho sentito parlare, e bene.
    Mat

    RispondiElimina
  3. ottimo anche per concedersi un peccato di gola pomeridiano!!!
    ancora ricordo la fonduta di cioccolato e la torta con le pere!!!!
    un tempo ero una habitué...!

    RispondiElimina