lunedì 1 novembre 2010

Festina Ognissanti Alda Merini

poesia nudaTutto è santo! tutti sono santi! dappertutto è santo! tutti i giorni sono nell'eternità! Ognuno è un angelo!
Il pezzente è santo come il serafino! il pazzo è santo come tu mia anima sei santa!
La macchina da scrivere è santa la poesia è santa la voce è santa gli ascoltatori sono santi l'estasi è santa!
[...]
Santa la soprannaturale ultrabrillante intelligente gentilezza dell'animo!
Allen Ginsberg


Tra i Santi da glorificare oggi, Festina sceglie Alda Merini.
Raccolta di citazioni:

Ho il colon ustionato di versi.
Bacio che sopporti il peso | della mia anima breve | in te il mondo del mio discorso | diventa suono e paura.
Ci sono notti che non accadono mai.
Amore mio | ho sognato di te come si sogna | della rosa e del vento.
Ogni amore per me è uno stupro.
Spiegami come il lume della notte, | come il delirio della fantasia. | Spiegami come la donna e come il mimo, | come pagliaccio che non ha nessuno. | Spiegami perché ho rotta la sottana: | uno strappo che è largo come il cuore.
Sono una piccola ape furibonda.
Ascolta il passo breve delle cose. | - assai più breve delle tue finestre − | quel respiro che esce dal tuo sguardo | chiama un nome immediato: la tua donna.
Quando sorge il sole mi pento amaramente di non aver peccato.

Iniziative passate dedicate ad Alda Merini>>Link
Tutti gli articoli attinenti ad Allen Ginsberg>>Link

4 commenti:

  1. Sono molto irrequieta quando mi legano allo spazio.

    Anna

    RispondiElimina
  2. Ci fù spazio nella mia carne per te,
    per te solamente
    che volevi l'amplesso dei miei giorni;
    un lungo peregrinare segreto
    d'amore in amore
    ...di tempio in tempio.
    Una rosa mi tremava
    sul ciglio delle dita
    come se fosse carta di un veliero
    e finalmente mi rompesti
    le acque squisite della vita.

    RispondiElimina
  3. Spiegami come il lume della notte,
    come il delirio della fantasia.
    Spiegami come la donna e come il mimo,
    come pagliaccio che non ha nessuno.
    Spiegami perché ho rotta la sottana:
    uno strappo che è largo come il cuore.

    un abbraccio Alda da Lauretta

    RispondiElimina