sabato 9 ottobre 2010

Festina con la luce accesa

Luci accese sui balconi e alle finestre delle case italiane nella notte di sabato 9 ottobre. Con questo gesto il Centro antiviolenza Artemisia di Firenze propone di richiamare l'attenzione sull'inaccettabile violenza sulle donne. La cronaca degli ultimi giorni offre allo sdegno generale il caso di Sarah Scazzi, adolescente uccisa dallo zio e poi violentata e fatta sparire. Crimine atroce, ma crudeli sono spesso le situazioni che rimangono al buio. Soprattutto tra familiari.
Festina per rompere i silenzi non spegnerà la luce prima di andare a dormire. Le parole di Nicoletta Livi Bacci, presidente del Centro Artemisia: “Vogliamo ribadire in maniera forte ed incisiva che non si può continuare ad ignorare che le donne vengono uccise ogni giorno e che spesso erano da anni vittime di violenza e stalking. Stiamo assistendo a un vero e proprio femminicidio, un silenzioso massacro di donne e ragazze”.

Il sito di Artemisia>>Link

Nessun commento:

Posta un commento