sabato 31 luglio 2010

Festina USA VolunTourism

Lo chiamano VolunTourism ma credo si avvicini più allo spirito di conoscenza del viaggiatore che a quello del turista. Si tratta della possibilità di partecipare a attività di volontariato durante la visita di una città come New Orleans. Tra Katrina e la marea di pertolio, questo luogo recluta continuamente persone ed il lavoro più richiesto consiste nel ricostruire le case e restituirle alla popolazione ancora in attesa dopo 5 anni.
Tra le diverse organizzazioni presenti, Festina si è iscritta on line a HansOnNewOrleans. Hanno un calendario di progetti tra cui scegliere e incontri settimanali di orientamento. Mi sono candidata come volontaria e per cominciare ho preso parte a una mattinata di servizio alla Mission, dimora e mensa per clochard. Il lavoro si è svolto in cucina e nella stanza di smistamento abiti a seconda delle taglie.
Come seconda esperienza, un sabato mattina di giardinaggio urbano a Mid-city. Ok il risveglio all'alba è arduo, ma poi l'entusiasmo di certe ragazze è capace di contagiare anche un cadavere reduce da una notte brava.
Qualcosa in più di un luogo si capisce e si può lascia una traccia pulita senza smettere di essere nomadi.

Il sito di riferimento>>Link

1 commento:

  1. A Londra avevo fatto per caso la volontaria in un mega progetto artistico http://www.marketestateproject.com. Responsabile della sicurezza al 4° piano, dovevo dare i cambi, il caffè, ecc. agli altri volontari che regolavano l'accesso alle stanze di un edificio fatiscente; qui erano esposte le opere dei 75 artisti che hanno partecipato all'iniziativa.
    La cosa mi ha fatto come sentire nel "backstage" di una città in cui ero ospite straniera/estranea - quindi ti capisco e invidio.

    RispondiElimina