venerdì 2 luglio 2010

Festina USA photography exhibitions


Non avevo mai riflettutto su quanto la fotografia sia un mondo controllato, dotato di potere calmante. Mi trovo a Chicago, perennemente spaesata per stimoli e abitudini da afferrare, ma dai centimetri quadrati di cui si compone un'immagine io so cosa aspettarmi. Proporzioni, equilibro fra gli elementi, cromatismi. 'E qualcosa che so riconoscere anche qui, nelle mostre in corso in due location di Michigan Ave. La prima, di costruzione rigorosa, è opera di Brad Temkin: Green Roofs and Rooftop Gardens, visitabile gratuitamente alla City Gallery dentro la Water Tower fino al 6 settembre. Il fotografo ha sbirciato gli angoli verdi disseminati sui tetti o tra l'asfalto della texture urbana.

Alla Gage Gallery invece Jerry Pritikin attacca alle pareti immagini di una storia personale quanto pubblica: quegli anni '70 vissuti a San Francisco, con una macchina fotografica in mano mentre Harvey Milk veniva eletto in consiglio comunale e poi assassinato con il sindaco George Moscone, mentre le Gay Parade crescevano in consensi e esibizioni nudiste. L'esplorazione continua nel blog di Pritikin>>Link

2 commenti:

  1. Penso non ti sia passato inosservato "Milk", bellissimo quanto profondo film magistralmente interpretato da Sean Penn, quanto abilmente diretto da Gus Van Sant, che racconta appunto la storia dell'impegno civile di Harvey Milk, poi proclamato una sorta di Martin Luther King dei gay. Qui un'intervista al regista ed a Franco che interpreta nel film l'amante di Harvey

    RispondiElimina
  2. Ho visto il film e lo consiglio. E James Franco lo ricordo mooolto bene

    RispondiElimina