giovedì 17 giugno 2010

Festina USA Back Photography

Indicazioni per un nuovo tipo di fotografia: the Back Photography.

«Il viaggio è come il matrimonio. Il metodo sicuro perché vada male è pensare di poterlo controllare» (John Steinbeck)

Chi ha visto il film Lisbon Story di Wim Wenders si ricorderà il personaggio di Friedrich Munro, il regista che il protagonista Philip Winter cerca per quasi tutta la durata del film. Munro è un artista caduto preda della sensazione che tutta la realtà sia già stata filmata, raccontata, riprodotta, quindi vaga per la città con una telecamera appesa alle spalle. Vuole lasciare ai posteri la sentenza sul materiale girato così, privo di filtri se non quelli dell'apparecchiatura di ripresa (Franco Vaccari parlerebbe a proposito di "inconscio tecnologico").

Al confine tra la street photography e le riprese di Munro, voglio iniziare da Chicago una sperimentazione che apre al caso e alla non frontalità la collezione di immagini del mio viaggio. Oggi mi sono concentrata in una tecnica Shoulder (spalla) ossia ho appoggiato la macchina fotografica sulla spalla e ho scattato senza guardare nell'obiettivo ogni volta che avevo voglia di fotografare. Il risultato è che ho la sensazione di avere davanti il racconto prodotto da qualcun altro, nato ad un basso livello di controllo.
Che ve ne pare?

In alto un'immagine della serie di oggi.
Il consiglio è: divertitevi volendo a saturare, ottimizzare, allucinare, sbiadire, ma non toccate il taglio, se no che back è?!

5 commenti:

  1. Di questi tempi poi, con tutti quelli che ti vogliono inchiappetare

    RispondiElimina
  2. "inconscio tecnologico" i like, ma anche Friedrich si accorge che il suo archivio è utile quanto un auto senza ruote... inno alla critica e, secondo me, all'arte... che peso! ;)

    RispondiElimina
  3. Il regista del film di Wenders alla fine tornava con l'occhio alla cinepresa come il buon Vertov de "L'uomo con la macchina da presa", ma il percorso forse gli era stato utile. Se vuoi lasciare ancora più al caso proverei anche azionando il dispositivo di autoscatto.... ancora meglio sarebbe un dispositivo con temporizzatore random! SB

    RispondiElimina
  4. Fantastico, voglio provare. L'ultima volta a NY ho provato con la macchina altezza cintura, è venuto fuori un mezzo schifo, ma ritenterò con il back :-)

    RispondiElimina
  5. PS: ora che ci penso, com'è che questi esperimenti son così comuni quando una persona si trova negli States? Che sia la loro influenza un pò "di fori"? :-))))

    RispondiElimina