martedì 23 febbraio 2010

Festina, la rete e l'ovovia

"L'OVOVIA è un progetto supercool che sposa modernità e fashion in una prospettiva catodica in cui Firenze diventa contemporary ma senza rinunciare allo charme della sua history"
Giuliano from Empoli

Se la polemica avesse residenza, sarebbe fiorentina. Il centro? Pedonalizzare, sottoattraversare, congiungere, dirottare, valorizzare, penalizzare. Un gruppo Facebook propone la soluzione "Ovvia si fa l'ovovia" e l'esito di questo dibattito sulla mobilità del centro si arricchisce di una soluzione meno ovvia.
Si legge sul profilo:
Ora però, siccome la tramvia, dopo tutta la menata che c'è voluta, sembra piacere ecco che arriva chi ci dice che bisogna farla passare dal Duomo lo stesso.
Ecco, per me possono mettersi a discutere quanto gli pare, tanto la mia soluzione è quella che è meglio di tutti. ACCANTO AL DUOMO CI SI FA PASSARE L'OVOVIA.
Economica, ecologica, con scarso impatto visivo, nessun impatto ambientale, niente vibrazioni che fanno tremare il Battistero ed eccitare le signorine. Una vista splendida, un progetto all'avanguardia, un'idea rivoluzionaria per una città d'arte.
Due linee d'OVOVIA. Una San Domenico- Piazzale Michelangelo, l'altra Settignano-Monte Morello. In mezzo fermate con discesa a pertica per gli avventurosi e ascensori per gli altri. Piena accessibilità per i disabili.
Insomma oh! E' il progetto per Firenze.
E l'attenzione di personaggi famosi e multinazionali è alta. Maggiori dettagli in questo link.

Intanto Festina osa anche di più e medita: ma spostare il duomo a Novoli? Oppure a Peretola, comodamente raggiungibile in autobus, camper o aeroplano? Magari in mezzo a una rotonda, in cui i turisti possono scattare fotografie dai loro sedili-posto-finestrino...

1 commento: